Prestiti agevolati per insegnanti: come ottenerli

Solo fino a qualche anno fa i prestiti agevolati per insegnanti venivano richiesti ed erogati dall’Enam, Ente Nazionale di Assistenza Magistrale, una soluzione finanziaria di riferimento per molti degli insegnanti.

Ad oggi però l’erogazione di prestiti agevolati per insegnanti sono passati definitivamente all’Inps che si occupa dell’erogazione di questa tipologia di finanziamenti dedicati a professori, maestri e personale scolastico che hanno necessità di accesso al credito.

Prestiti Enam per insegnanti: tasso di interesse

Come per la richiesta di prestiti Inpdap anche i finanziamenti per insegnanti vengono erogati dagli uffici territoriali dell’Inps nonostante abbiano però mantenuto il nome di prestiti Enam. Ma come funzionava un tempo l’erogazione dei prestiti per insegnanti Enam?

In passato questa tipologia di finanziamenti permettevano di ottenere un tasso di interesse irrisorio rispetto alle offerte presenti nel panorama finanziario, tassi di interesse che si aggiravano intorno all’1,5% contro il 7-8% dei tradizionali finanziamenti.

I prestiti agevolati per insegnati richiesti all’Enam prevedevano l’erogazione di piccoli importi in quanto la durata massima del finanziamento era di 24 mesi e per legge la rata del rimborso non poteva superare un quinto dello stipendio percepito.

Per richiedere i prestiti agevolati Enam era necessario presentarne la documentazione presso uffici Enam ed avviare così il protocollo di richiesta del finanziamento. I prestiti Enam erano una soluzione particolarmente conveniente dedicata a molti insegnanti, maestri e personale amministrativo ma ad oggi la situazione risulta assolutamente cambiata.

Prestiti Inps per insegnanti

Ad oggi la richiesta di prestiti agevolati per insegnanti passata in mano all’Inps risulta decisamente meno conveniente rispetto al passato, ma sicuramente rimangono delle soluzioni ideali per gli insegnanti in quanto presentano migliori condizioni rispetto alle offerte del mercato finanziario.

Secondo quanto indicato dal regolamento Inps i prestiti per insegnanti possono avere una durata massima di 48 mesi con un tasso di interesse annuo pari al 4,25% al quale dovrà essere aggiunto un ulteriore 0,50% per le spese amministrative.

Prestiti personali per insegnanti: piano di ammortamento

Il capitale richiesto tramite prestiti per insegnanti varia in funzione alla durata del finanziamento.  Per i prestiti con rimborso previsto in 12 mesi è possibile richiedere una somma pari ad una mensilità dello stipendio, per rimborsi in 24 mesi si potranno richiedere 2 mensilità, 3 mensilità per un rimborso in 36 mesi e ben 4 mensilità da restituire in 48 mesi.

Per richiedere un finanziamento agevolato per insegnanti sarà necessario collegarsi al sito del ministero e accedere alla sezione dipendenti tramite inserimento delle proprie credenziali d’accesso.

Una volta inseriti i propri dati personali si potrà accedere alla sezione dedicata ai prestiti personali dove si potrà gestire in autonomia la domanda, selezionando l’importo richiesto ma anche la durata del finanziamento così da riuscire ad avere un preventivo del proprio finanziamento.

Solo dopo aver inserito ogni dato correttamente si potrà inoltrare la richiesta di prestiti agevolati per insegnanti, successivamente accedendo al portale si potrà verificare lo stato della domanda per conoscere l’esito della richiesta e la possibile erogazione del finanziamento.

News Prestiti per pensionati

Prestiti personali Arancio: convenienza e semplicità Prestiti personali: cosa sono Il mercato del credito è piuttosto articolato e, nonostante tutte le controindicazioni dal caso, riesce a intercettare quasi tutti i bisogni di un aspirante debitore. In questo solco si inseriscono i prestiti personali, il cui scopo è coprire le necessità di spesa in m...
Prestiti pensionati Inps Unicredit: quali sono e perché sceglierli Prestiti Pensionati Inps Unicredit: come funzionano Per tutti coloro che vogliono richiedere un prestito è diventato sempre più difficile cercare di ottenerlo. Sempre più rigide sono diventate negli ultimi anni le garanzie richieste da banche e istituti di credito, requisiti oggettivi e soggettivi ...
Prestito casa: le soluzioni per acquistare elettrodomestici e finanziare lavori Ricorrere a un prestito casa può essere necessario in situazioni come la necessità di finanziare piccoli lavori di ristrutturazione o l’acquisto di un elettrodomestico, circostanze in cui non c’è bisogno di richiedere cifre alte come quelle dei mutui. Prestito casa Carrefour Banca: ecco come funzio...
Cessione del quinto: tutto quello che devi sapere Cessione del quinto dello stipendio: i requisiti La cessione del quinto è una particolare forma di prestito personale in voga negli ultimi anni, il cui rimborso avviene tramite riscossione diretta attraverso l’addebito della rata dalla busta paga o dalla pensione.  La cessione del quinto rappresent...