Cedolino Pensione Inps: Come Accedere all’Area Riservata Online

Il cedolino della pensione: cos’è?

È un documento con il quale il pensionato può controllare l’ammontare della sua pensione e com’è suddivisa attraverso l’esame delle singole voci. Dallo scorso luglio, grazie all’unificazione delle disposizioni riguardo la riscossione della pensione, sono state uniformate le procedure di pagamento delle prestazioni previdenziali in una sola volta.

Il cedolino Inps oggi è scaricabile online, per cui per scoprire la situazione contributiva basta consultarlo sul sito inps.it seguendo una precisa procedura. A questo servizio ne vengono aggiunti altri che l’Ente di Previdenza Sociale offre, come la domanda di pensione e la simulazione del calcolo della stessa.

Quali documenti servono per l’accesso ai servizi sul sito Inps?

Ai fini dell’esame della cedolino presso i Servizi Online offerti dall’ente serve consultare la tipologia di servizio e poi i servizi ai cittadini. Qui verranno richiesti il Codice Fiscale ed il PIN e così si ottiene l’accesso al sistema dell’ente ed infine basterà consultare il Fascicolo Previdenziale del Cittadini e la voce Pagamenti cliccando su Pensione.

Procedura per scaricare il cedolino della pensione inps

Questa semplice procedura online, eseguibile attraverso un computer o altro dispositivo connesso alla rete come lo smartphone, consente di usufruire del servizio dell’ente. Ciò che urge, come descritto precedentemente, è il possesso dell’apposito PIN senza il quale non sarà eseguibile la procedura esposta per visualizzare il cedolino online.

Il PIN è un codice personale rilasciato dall’ente atto a consentire al cittadino di sfruttare i molteplici servizi offerti sul sito internet, indispensabile per effettuare il login e visionare le propri informazioni. L’assenza di questo elemento non consente alcuna consultazione e, se non lo si possiede, bisogna richiederlo.

Il PIN per l’accesso ai servizi online Inps

Il PIN fornito dall’Inps è di tipo Online o Dispositivo. Il primo è sufficiente per la procedura di login e l’utilizzo di certi servizi. Il secondo è indispensabile per completare quei processi necessari per altre tipologie di servizi.

Questo tipo di PIN è nato per garantire una maggiore sicurezza sull’identità del richiedente, infatti viene rilasciato solo dopo l’identificazione personale presso una sede dell’ente o l’invio di copia di un documento di riconoscimento.

Come richiedere il codice PIN per i servizi dell’Inps

Dal 1° Marzo 2013 il PIN è composto da 8 caratteri. Il PIN iniziale è fornito ai fini dell’assegnazione di uno nuovo oppure causa lo smarrimento ed è composto, diversamente dal precedente, da 16 caratteri. La richiesta del PIN può essere presentata:

  • Presso una delle sedi territoriali
  • Sul sito www.inps.it
  • Chiamando il Contact Center Inps al numero verde 803164. Per i cellulari è presente il numero 06164164

Attraverso il PIN assegnato dall’Inps con 8 caratteri recapitato con lettera con le comunicazioni periodiche.
Il PIN ottenuto con la procedura online o Contact Center non consente di inoltrare domanda per le prestazioni e benefici. Serve convertire il PIN ordinario in PIN dispositivo recandosi presso una sede INPS compilando il modulo MV35 oppure eseguire la procedura online.

Altri documenti che si possono visualizzare online oltre alla pensione

Una volta fatto il login presso il sito dell’ente è concesso di visualizzare la propria pensione, il Modello CU, cioè la Certificazione Unica, il Modello 730 e lo storico dei cedolini. Con l’ottenimento del PIN personale, il pensionato ha la possibilità di controllare il proprio stato previdenziale attraverso i servizi offerti dall’Inps, sfruttando anche la nuova funzione per il calcolo della pensione futura.

Con l’informatizzazione della Pubblica Amministrazione il cittadino ha l’occasione di visionare ciò che, sino a poco tempo addietro, richiedeva più impegno maggiore senza doversi sobbarcare lunghe fila per richiedere l’assistenza di un addetto allo sportello presso una sede territoriale dell’ente.

Rinnovo del codice PIN

La regola generale prevista vuole che tale codice venga aggiornato ogni tre mesi ai fini di garantire la sicurezza del cittadino. Significa che trascorso questo periodo, se si vuole consultare i propri dati pensionistici ed usufruire dei vari servizi sul sito dell’Inps, bisogna possedere il nuovo PIN.

Basta recarsi sul sito dell’ente, effettuare il login con il vecchio codice, richiedere il nuovo e, per sicurezza, stamparlo o scriverlo.

News Prestiti per pensionati

Come ottenere un prestito anche se segnalati al Crif Prestiti per segnalati Crif Sempre più spesso si presentano interrogativi che riguardano una categoria abbastanza ampia di richiedenti prestiti che risultano segnalati al Crif, unico dubbio che accomuna questa tipologia di richiedenti è come ottenere un prestito anche se segnalati al Crif? Contr...
Calcolo rata mutuo tasso fisso: Come si calcola e conviene? La richiesta di un mutuo rappresenta un momento molto importante, dal momento che questo tipo di prestito che coinvolge tante variabili, sociali ed economiche del richiedente, è spesso di importo piuttosto elevato; difatti in casi in cui si ha necessità di una provvista economica minore si ricorre a...
Finanziamenti auto usate: le offerte da non perdere I finanziamenti auto usate sono prodotti sempre più richiesti. Considerati a maggior rischio d’insolvenza rispetto a quelli orientati all’acquisto di auto nuove, questi finanziamenti sono caratterizzati in generale da un tasso più alto. Offerte finanziamenti auto usate: qualche esempio specifico I...
Prestito casa: le soluzioni per acquistare elettrodomestici e finanziare lavori Ricorrere a un prestito casa può essere necessario in situazioni come la necessità di finanziare piccoli lavori di ristrutturazione o l’acquisto di un elettrodomestico, circostanze in cui non c’è bisogno di richiedere cifre alte come quelle dei mutui. Prestito casa Carrefour Banca: ecco come funzio...